Emergenza Covid19. Al via l’iniziativa ‘Un ventilatore per la vita Bis’, l’appello del Vescovo

“Fratelli e sorelle, in questo particolare momento di emergenza sanitaria e sociale in cui emergono anche difficoltà economiche rilevanti, vengo a porgere una nuova richiesta per rispondere, nei limiti delle possibilità di ciascuno, alla necessità di dotare il nostro Ospedale San Rocco, a Sessa Aurunca, di macchinari necessari per attrezzare al meglio l’accoglienza e la cura dei malati COVID19. È importante dotare il Reparto di altri GENERATORI DI FLUSSO PER TERAPIA CPAP (VENTURIMETRI) E DI RELATIVI CASCHI per la erogazione dell’ossigeno. Come per i ventilatori polmonari, anche queste dotazioni permettono di curare più pazienti, sperando di evitare forme più gravi di questa patologia e così salvare vite.

Ho fatto presente al Direttore sanitario e a tutto il personale medico e paramedico, a cui costantemente rendo presente la vicinanza e il sostegno di tutti per il loro grande impegno, anche al limite delle forze e tra evidenti problematicità e carenze, la disponibilità immediata, attraverso la Caritas diocesana, per una raccolta fondi mirata all’acquisto di 5 Generatori di flusso e relativi caschi. A tal fine è possibile versare la propria offerta, personale o collettiva, al Conto Corrente Caritas, aperto per questa e altre necessità.

Sul sito www.caritassessa.it troverete tutte le indicazioni riguardanti le modalità per la donazione.

Nel ringraziare tutti, per in ogni tipo di sostegno, chiedo a ognuno di offrire quella collaborazione che può rendere il loro impegno umano/sanitario meno gravoso e rischioso anche per la loro stessa salute: rispettiamo le indicazioni di sicurezza sanitaria e facciamole rispettare, intervenendo anche in modo inopportuno. Non solo si limita il collasso delle strutture sanitarie, quanto si salvano tante vite.

La Madonna del Popolo, a cui ogni giorno raccomando gli operatori impegnati in questa dura lotta per la salute comune e tutti voi, in particolare anziani e malati, ci aiuterà a superare anche questo momento di grave difficoltà”. S. Ecc.za Mons. Orazio Francesco Piazza.

 

 

About the Author:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *